Storia

 

Maurizio Barani inizia il lavoro di vetraio nel 1968 come posatore cottimista.

Nel 1980, a soli ventisei anni ma già con un'esperienza ultra decennale alle spalle, affitta il suo primo capannone di 180 mq dove avvia un'attività prevalentemente incentrata su piccoli lavori nel settore della vetreria industriale inaugurando così la Vetreria Barani e iniziando a scriverne la sua storia.

Grazie al Suo spirito imprenditoriale a alla totale dedizione al lavoro che l'ha portato a lavorare in gran parte d'Italia, oggi la Vetreria Barani si sviluppa su due capannoni per un totale di 2600 mq ed il suo mercato si è ampliato potendo soddisfare sia la parte industriale sia la parte di architettura civile.

La parte industriale comprende le grandi superfici:

  • u-glass a camera
  • poliù (policarbonato alveolare termix)
  • facciate continue
  • vetrocamera (importante precisare che si può contare su un prodotto certificato ad altissime prestazioni per quanto riguarda il risparmio energetico e l'acustica).

La parte di architettura di interni ed esterni riguarda:

  • porte temperate
  • box doccia
  • scale in vetro
  • pavimenti calpestabili in vetro
  • rivestimenti per pareti in vetro verniciato
  • pareti divisorie in vetro per uffici
  • parapetti in vetro per balconi e scale
  • ascensori in vetro
  • e tutto quanto è possibile realizzare con il vetro.

La struttura aziendale si è arricchita negli ultimi anni grazie all`ingresso dei due figli: Yari e Andrea.

Yari si occupa della dislocazione geografica delle squadre di lavoro, dei rilievi in cantiere e di seguire professionisti e privati nella scelta di materiali e realizzazioni;  Andrea si occupa delle fasi di lavorazione-produzione e dei processi interni all`azienda.

L`azienda si è sempre distinta per la qualità e la serietà dimostrata in ogni occasione, grazie all'affidabilità e correttezza di Maurizio, Yari e Andrea, e grazie al personale qualificato e alle impiegate amministrative lavoranti alla Vetreria Barani da oltre dieci anni.